LA RISONANZA ORGANIZZATIVA: IL CREDO DELLA LEADERSHIP

 

Dopo i miei articoli dal titolo COME RENDERE EFFICACE UN PROCESSO DI TRASFORMAZIONE AZIENDALE, che potete trovare nel sito www.boardconsulting.it nella sezione news, prendo spunto da un interessante articolo di Piero Vigutto che approfondisce il tema "Vision, Mission e Carta dei valori: non solo parole" per proporvi un’analogia tra l’organizzazione di un’azienda ed il fenomeno fisico noto come risonanza.

La risonanza è la tendenza di un sistema ad oscillare con un’ampiezza sempre maggiore se sollecitato a determinate frequenze.

il suo effetto di amplificazione può generare benefici inaspettati nella gestione di un’impresa.

Ogni azienda ha esigenze caratteristiche legate ai propri obiettivi, alla propria struttura e all’ambiente in cui opera, una sorta di frequenza caratteristica del sistema.

Se le forze interne a questo sistema agiscono in maniera caotica e non coordinata il risultato sarà minimo; se invece si riesce a coordinare tali forze in modo da farle agire all’unisono e secondo le esigenze caratteristiche dell’azienda il risultato può essere eccezionale.

Per mettere un sistema aziendale in risonanza è necessario il coinvolgimento di tutti i suoi elementi e la condivisione degli obiettivi, delle strategie e dei valori perché gli elementi che generano le forze sono le persone che lavorano al suo interno e ogni singolo elemento dissonante causa uno smorzamento degli effetti.

È evidente che, prima di tutto, obiettivi, strategie e valori debbano essere ben chiari e definiti dalla Direzione e altrettanto chiaramente comunicati a tutta l’organizzazione: in questo modo ogni elemento  avrà ben chiara la direzione da seguire (obiettivi), il motivo per cui si è scelta quella direzione (strategia) e come farlo (valori).

Questo metterà gli elementi in condizione di operare tutti nella stessa direzione (pensiamo al vento che soffia verso una direzione dominante).

Il passo successivo sarà quello di chiarire “al di là di ogni ragionevole dubbio ”ruolo e responsabilità che ciascuna risorsa ricopre nel perseguimento dell’obiettivo evitando attriti interni che riducono l’efficacia degli sforzi .

Ogni sovrapposizione così come ogni vuoto organizzativo comportano sprechi di risorse spesso poco visibili e per questo trascurati.

Chiariti, comunicati ed assimilati linee guida e ruoli, l’organizzazione gira come un ingranaggio perfettamente calibrato e oliato e, proprio come se entrasse in risonanza, si genera un meccanismo di auto-evoluzione che mette le risorse (umane) in condizione di trovare in autonomia soluzioni ai normali problemi di gestione innescando un circolo virtuoso: l’interazione tra gli elementi dell’organizzazione si sovrappone ai risultati dei singoli e ogni miglioramento definisce una nuova base su cui sviluppare nuove idee puntando sempre più all’ottimo

Un’organizzazione così strutturata è naturalmente portata al miglioramento continuo potendo sommare al potenziale dei singoli la spinta organica del gruppo generata dalle interazioni tra le risorse.

Piero Vigutto

marianoborghi@boardconsulting.it

Foto di proprieta' di PHYS.UNIROMA.ITDiapason su cassa armonica in legno

phys.uniroma1.it

 

 

 

LA RISONANZA ORGANIZZATIVA: IL CREDO DELLA LEADERSHIP